DAMIGELLA

Una dama cinese realizzata con delle piccole teste di creta cruda ed una padella trovata in viale Abruzzi. Nessun nesso logico li lega apparentemente, se non il gioco. Questo oggetto nasce dall’aver visto questo gioco sul computer e averne capito finalmente le regole. Damigella nasce dalla frivolezza e dalla curiosità.

IL GIOCO

L’oggetto di uso comune trasformato in gioco risponde in maniera accattivante  ad una realtà fantastica, racconta piccole fiabe, suggerisce una mediazione e sovrapposizione di stimoli. Il gioco, tacito accordo di regole esplicite, permette la costruzione di immaginari in cui riconoscersi; protegge l’intimo, il tenero ed il creativo dentro di noi, trovando una strada per condividerlo. Se gli oggetti sono i nuovi veicoli degli immaginari, gli immaginari diventano a loro volta, nel mondo della comunicazione, i nuovi veicoli per una relazione confidente e creativa che apre alla distensione.